Samba Utenti

Da Lecco.
Versione delle 10:13, 29 mar 2007, autore: Gian (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Indice

SAMBA: guida per gli utenti

(by Alberto Barizza)

Questa guida non tratta l'installazione di Samba, ma la sua configurazione più dettagliata per arrivare ad un discreto utilizzo dell'applicativo. Lo scopo centrale del software, attraverso l'utilizzo del protocollo SMB, è quello di permettere la condivisione di file e stampanti tra piattaforme differenti, quindi si può montare directory condivise, navigare in esse, copiare, cancellare, rinominare file, stampare in rete...ecc...

Il problema di solito stà nell'ottimizzare la configurazione iniziale, con lo scopo di utilizzare al massimo le risorse offerte dall'applicativo. Tale procedimento è stato testato personalmente da me in una rete aziendale a 100 MBits gestita da un serverNT.

Il mio obiettivo principale era quello di mettere in rete il mio portatile come client Linux e condividere alcune cartelle del server impostate con permessi di lettura e scrittura, e condividere delle directory sul mio client, in modo da renderle visibili a tutta le rete.

  • Sistema operativo usato: SuSE Linux 7.2
  • Scheda rete: CardBus 10/100Mbits su PCMCIA
  • PC: Notebook ACER EXTENSA390 128MB di ram con 2GByte di hard disk.
  • #No multisistema a causa del "poco"spazio...:-)


CONFIGURAZIONE SAMBA client/server

Presupposto che l'installazione di Samba sia andata a buon fine, cominciamo a fare le prime modifiche ad alcuni file del sistema:

  1. nel file /etc/services
# Aggiungere le parti mancanti di tali righe al file /etc/services
# perche' in tale file non compare l'ultima parola per ognuna
# delle cinque righe.
 netbios-ns   137/tcp   nbns
 netbios-ns   137/udp   nbns
 netbios-dgm  138/tcp   nbdgm
 netbios-dgm  138/udp   nbdgm
 netbios-ssn  139/tcp   nbssn
  1. nel file /etc/inetd.conf
# Aggiungo alla fine del file:
# Servizi NetBIOS SAMBA (per la condivisione di file e stampanti con PC)
 netbios-ssn stream tcp nowait root /usr/sbin/smbd smbd
 netbios-ns dgram udp wait root /usr/sbin/nmbd nmbd 
  1. nel file /etc/smb.conf
# Prima di tutto faccio una copia di backup del file di default e la copio
# in un'altra directory, poi comincio a crearmi il mio nuovo file smb.conf

# INIZIO FILE smb.conf

[global]
 workgroup = WORKGROUP  # se e' presente un dominio aziendale sara' !=
 server string = Linux
 security = SHARE
 encrypt passwords = yes
 socket options = TCP_NODELAY SO_RCVBUF=8192 SO_SNDBUF=8192

[network_linux]  # directory condivisa sul nostro server/client Samba
 comment = Directory condivisa
 path = /home/network_linux
 writable = yes
 browseable = yes
 guest ok = yes

# ricordarsi di creare la directory /network_linux in
# /home e cambiargli i permessi cosi:
# chomd a+wx /home/network_linux

[cdrom] # perche' non condividere anche il nostro lettore CDROM?
 comment = Linux CD-ROM
 path = /cdrom        # in altre distro potrebbe essere /mnt/cdrom
 read only = yes      # in sola lettura
 browseable = yes
 guest ok = yes

# FINE FILE smb.conf
  1. In /etc/rc.config vado alla fine del file e modifico in "yes" la variabile START_SMB
# start samba? ("yes" or "no")
# Windows 95 / NT  -  File- and Printservices

 START_SMB="yes"

Da qui in avanti i due demoni di Samba (nmbd e smbd) saranno attivi dall'avvio del computer.

Ora però si pone un'altro quesito:

  • La rete aziendale può essere impostata con un server NT configurato come server DHCP, il che vuol dire che dobbiamo impostare il nostro PC come client DHCP, oppure optare per l'utilizzo più pratico di più indirizzi IP assegnati alla stessa scheda di rete.
  • Da notare che su OS Windows non si possono assegnare più indirizzi IP alla stessa scheda di rete...per cui, ad ogni cambiamento segue un riavvio!

Quindi, da yast ho attivato la mia scheda di rete come DHCP (client) su PCMCIA ma ho anche attivato un indirizzo IP (192.168.1.3) che uso nella mia piccola rete a casa.

Ora che siamo arrivati fin qui, tutto dovrebbe funzionare perfettamente, ma come si fa a questo punto a navigare nella rete?

Consiglio di installare il desktop manager XFCE che contiene gia' un bel browser grafico per la rete: xfsamba.

Per accedere a xfce, ho impostato il login iniziale in ASCII e non grafico, cosi poi, loggato come utente (username+password), vi accedo con:

# startxfce

Poi scelgo SMB Browser nel menu alla mia sinistra e lo clicco.

Ora, pero', sicuramente dovro' inserire la mia password di rete come utente della rete amministrata dal serverNT, altrimenti non posso fare niente, se non condividere solo i miei file....:-)

COME MONTARE UNA DIRECTORY CONDIVISA DA UN SERVER NT AD UN CLIENT LINUX

#mount -t smbfs -o username=uname,password=passwd //smbserv/share /destination

Esempio:

#mount -t smbfs -o username=abedark,password=pinguino //SERVERNT/dir /home/dir

(la directory "dir" nella directory /home l'ho creata io!!!)

A questo puntom, con mc (Midnight Commander) vado nella cartella /home/dir e noterò i file presenti nella rispettiva cartella sul serverNT.

COME SMONTARE UNA DIRECTORY CONDIVISA DA UN SERVER NT AD UN CLIENT LINUX

#umount -t smbfs -a username=uname,password=passwd //smbserv/share /destination

Esempio:

#umount -t smbfs -a username=abedark,password=pinguino //SERVERNT/dir /home/dir

E così smonto la directory condivisa proprio come se montassi e smontassi un cdrom.

DA NOTARE CHE CON QUESTI ULTIMI DUE PROCEDIMENTI SI PUO' UTILIZZARE SAMBA ANCHE SENZA DESKTOP GRAFICI, CIOE' SI PUO' LAVORARE ANCHE SOLTANTO USANDO LA RIGA DI COMANDO, QUINDI CON mc, vi (o joe) e samba, SI PUO' LAVORARE MOLTO BENE ESCLUSIVAMENTE IN AMBIENTE TESTUALE.

(a cura di abedark)

Strumenti personali