Linux Burning Machine

Da Lecco.
Versione delle 22:19, 1 feb 2010, autore: Diavolo Rosso (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

La Linux Burning Machine è un chiosco che permette a chiunque sia dotato di CD/DVD vergini di masterizzarsi una o più distribuzioni Linux tra quelle caricate sulla macchina, in maniera rapida e semplice. Il progetto si ispira ad un'idea del LinuxTrent, che ha già sviluppato e testato una soluzione simile.

Indice

Obiettivo

"Imagine a world where culture and free software are together, everywhere. This will be a world where technology can spread culture. This will be a better world."

LBM - mission statement

Progettazione e sviluppo di un prototipo di kiosk Linux based in grado di masterizzare i CD o DVD (o preparare delle chiavette USB) per l'installazione delle principali distribuzioni GNU/Linux.

I kiosk sarebbero collocati presso le biblioteche e le scuole della zona o in altri luoghi analoghi. L'utente finale dovrebbe dotarsi di un CD o un DVD masterizzabile oppure di una chiavetta USB; la biblioteca dovrebbe solo mettere a disposizione lo spazio, una presa di corrente e, possibilmente, un collegamento ad internet per gli aggiornamenti da remoto o in automatico del sistema operativo e delle immagini delle distro.

Documentazioni e Burocrazia

Presentazione scritta del progetto

Per poter presentare il progetto ai Comuni è necessario preparare una richiesta scritta: l'approvazione del progetto viene decisa dagli organi competenti del Comune (giunta e commissione biblioteca).

Materiale illustrativo

Slogan

Contribuite alla scelta dello slogan della LBM.

Hardware

  • Portatile con funzionanti almeno monitor, masterizzatore e porte usb
  • Trackball usb comoda da inserire nel chiosco
  • Totem

Software

Distribuzione

  • Live Debian-based costruita ad-hoc con live-helper

Pacchetti da includere

  • Xorg
  • xinit
  • fluxbox
  • rox-filer
  • eterm
  • wodim
  • apache
  • php5
  • iceweasel + r-kiosk

Sviluppo

TODO

  • Installare r-kiosk manualmente tramite script (aggiugere la cartella del plug-in nella cartella /usr/lib/iceweasel/extension)
  • far partire Xorg automaticamente all'avvio (modificare i file relativi all'avvio di Xorg)
  • Avviare Iceweasel all'avvio di fluxbox (modificare i file relativi all'avvio di Iceweasel)
  • Eliminare tutti i workspace superflui da fluxbox (modificare i file relativi all'eliminazione dei workspace)
  • Inserire una combinazione di tasti per killare iceweasel, modificabile facilmente dall'amministratore del chiosco (Le combinazioni si inseriscono in ~/.fluxbox/keys)
  • Modicifare manualmente la homepage di iceweasel (modificare i file relativi alla modifica della homepage di Iceweasel)
  • Cambiare lo sfondo del desktop (utilizzare il comando fbsetbg -f /percorso/sfondo.jpg. Eterm deve essere installato)
  • Analizzare il cd presente nel lettore e capire se è utilizzabile o meno (formato, capienza, stato, etc...)
Strumenti personali